Wedding Vegan Day
a Milano
Domenica 21 Febbraio

X

Leggi tutto

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Abito da sposa non convenzionale: i vestiti alternativi e per tutti i gusti

Cos’è un abito da sposa non convenzionale?

Ci sono spose legate alle “regole” dettate dalla loro cultura e dalle proprie tradizioni familiari, e spose che desiderano trovare invece un’alternativa a quegli usi che sentono come limitanti e innaturali, dettati da pressioni esterne più che dalla propria convinzione.
Sono spose alternative. E spesso ricercano un abito da sposa non convenzionale.


Cosa vuol dire? Io ho scelto di dare vita al mio Atelier di abiti da sposa su misura per spose non convenzionali per andare incontro ad esigenze diverse, affinché ogni sposa possa davvero sentirsi in sintonia con il proprio modo di essere e di sentire, perché ciascuna si senta a proprio agio dentro all’abito da sposa. Ecco perché mi sono specializzata nella realizzazione di abiti da sposa per taglie forti, ma anche abiti da sposa pensati per chi è vegano e mai indosserebbe un abito da sposa in seta tradizionale, o ancora abiti da sposa colorati, abiti da sposa in jeans, abiti da sposa etici e dall’alto valore sociale: abiti da sposa non convenzionali, appunto. Il matrimonio è un evento importante per una donna: tutti gli occhi saranno per lei (e non si offendano i maschietti!) e nessuna deve sentirsi impacciata, fuori luogo, non se stessa o, appunto, dentro a dei panni non propri.

Alle mie spose, che siano tradizionaliste o anticonvenzionali, prometto di rispettare i miei 7 punti fondamentali:
1. Un'esperienza, e non un semplice acquisto: le mie spose vedranno i loro abiti nascere su carta e poi realizzati passo dopo passo 2. Adeguatezza al fisico: nessuna vestirà un abito pensato per una modella 3. Unicità: i miei abiti sono esclusivi 4. Disponibilità e flessibilità: il contatto con loro è per me fondamentale, attraverso Skypecall, telefono, email... Il fatto che io sia a Modena non è per nulla un limite 5. Adeguatezza dell'investimento: un prodotto che arriva dal produttore al consumatore è sempre più conveniente 6. Competenza e professionalità mescolati ad una squisita accoglienza 7. Eticità: i miei abiti in seta ecologica, dove neanche un baco da seta è morto per la bellezza di un abito da sposa, ne è l’esempio, così come i miei “Abiti Vegani”, gli “Abiti Equo-Solidali” o le “Spose African-Style”

Ma andiamo nel dettaglio: com’è un abito da sposa non convenzionale?

Un abito da sposa non convenzionale è un abito pensato e realizzato per quella sposa che non vuole seguire un copione, che desidera essere semplicemente se stessa, sentendosi libera di esprimersi anche con un abito da sposa fuori dal comune, creato apposta per lei, sui suoi desideri o secondo un tema che sta a cuore agli sposi. Ad esempio è un abito da sposa non bianco e magari verde acqua; è un abito da sposa non dalle linee classiche, ma corto; è un abito da sposa informale, come un jeans interamente ricamato e un corsetto tradizionale; è un abito in lino o in cotone, materiali naturali che, interpretati con stile, vengono valorizzati e sono in grado di creare magie; è un abito ispirato agli anni ’50 o alla rivoluzione francese…

I miei modelli di abiti da sposa non convenzionali più famosi

Tra i miei modelli a me più cari, ad esempio, c’è il modello Gipsy Bride, ispirato allo stile gitano e reinterpretato in chiave elegante e raffinata, o ancora gli abiti realizzati con la “seta della pace”, l’unica seta al mondo pregiata ed ecologica che non fa violenza sul baco. Un altro modello che mi sta molto a cuore è il “Cuore di Lino”, naturale, ecologico ed elegante, realizzato in lino grezzo con le cuciture a vista. Un modo per rivisitare un tessuto semplice in un abito da sposa molto ricercato e raffinato, così come per il modello “Country Bride”, un abito da sposa in stile country realizzato in pizzo San Gallo: simpatico, romantico e un po' nostalgico che ci ricorda quella camicetta bianca di cotone che avevamo noi tutte da bambine.


Ma quelli che più riscuotono successo tra le mie spose sono gli abiti “Equo-solidali” e “African Style”

Molto belli e dall’alto valore sociale, gli abiti “Equo-Solidali” sono quelli realizzati con i sari del Bangladesh, che hanno anche lo scopo di sostenere il lavoro minuzioso delle donne di Jessore, regione bengalese famosa per la qualità delle sue creazioni artistiche di ricamo, e mostrare come sia possibile realizzare abiti da cerimonia con tessuti semplici ma preziosi e originali. I sari sono ricamati dalle donne della cooperativa Banchte Shekha, con seta, organza e raso di produzione italiana.

O ancora gli abiti da sposa “African Style” realizzati all’interno del progetto «Donne per le Donne» di Mar Lawoti Onlus di Prisca Ojok Auma. L’abito da sposa Africa Style costituisce un esempio concreto di sinergia e fusione di mani e spiriti tra due culture e due arti: quella della tessitura, pittura e stampa artigianale Ugandese, con lo stile e la tradizione sartoriale Italiana. Follemente Sposa ha scelto un tessuto Batik di eccezionale bellezza da trasformare in un corsetto per un abito da sposa che parli di arte, di colore, di Africa. Una parte del ricavato dalla vendita dell’abito Africa Style andrà a sostenere il progetto Donne per le Donne.

Insomma, presso il nostro atelier anche la richiesta più stravagante sarà ben accolta senza sembrare strana: ogni vostro desiderio insolito può essere accattivante e fonte di nuovi spunti. Ma la nostra peculiarità sta nel fatto di saper abilmente mescolare elementi creativi con una costruzione sartoriale tradizionale per ottenere un risultato originale e di classe, perché la sposa è sempre la sposa!